Taproot: come cambierà Bitcoin grazie all’ultimo aggiornamento

-

E’ in arrivo l’aggiornamento Taproot: dopo aver prestato tanta attenzione all’andamento del prezzo di BTC, è tempo di tornare a parlare di Bitcoin come tecnologia, e l’aggiornamento Taproot è importante non solo per i benefici che apporterà al suo network, ma anche perchè ci ricorda cosa sia Bitcoin realmente.

Ci saranno numerosi miglioramenti che potrebbero far diventare il network di Bitcoin non solo più efficiente ma anche più solido in termini di privacy.

L’aggiornamento Taproot sarà uno dei principali upgrade al network di Bitcoin negli ultimi anni, il primo dopo quello del 2017.

Quali saranno i risultati attesi post upgrade?

  • Costi più bassi: la dimensione dei dati delle transazioni complesse di Bitcoin sarà ridotta, il che condurrà ad una riduzione dei costi di transazione;
  • Aumento della privacy: non si fa riferimento agli indirizzi dei wallet o al fatto che Bitcoin diventi più anonimo, quanto piuttosto ai tipi di transazione. Taproot farà in modo che le transazioni complesse, come quelle che richiedono firme multiple ad esempio, grazie a quella che viene chiamata “Schnorr Signatures”, diventino assimilabili alle transazioni semplici in termini di tracce on-chain;
  • Il nuovo schema di firma significherà anche l’introduzione di una funzionalità smart contract avanzata. In pratica gli utenti potranno organizzare e gestire condizioni più complesse per le proprie transazioni. 

Che significa tutto ciò per gli utenti?

I benefici dell’aggiornamento Taproot per l’intero ecosistema saranno immensi, anche se hai sempre solo inviato delle semplici transazioni singole in passato.

Lightning Network è la soluzione layer 2 pensata per il network di Bitcoin, farà in modo che le transazioni diventino più rapide, più efficienti e meno costose.

Dal momento che le transazioni complesse verranno “alleggerite”, l’intera rete di Bitcoin sarà meno carica, conducendo ai risultati appena elencati, ovvero: meno sovraccarico della rete – costi più bassi – transazioni più veloci.

Naturalmente ci si aspetta che l’aggiornamento Taproot porti con sè anche altri effetti collaterali favorevoli: un network più funzionale ed efficiente dovrebbe condurre ad una sua maggiore adozione.

Al momento infatti, sembra che l’attenzione generale degli investitori di BTC sia quasi totalmente focalizzata sul continuo paragone di Bitcoin ad una riserva di valore, quale ad esempio può essere stata (ed è ancora) l’oro per la nostra economia. Taproot, grazie al nuovo sistema di firma Schnorr, potrebbe rendere nuovamente BTC maggiormente utilizzabile come mezzo di scambio.

Quando avverrà l’aggiornamento?

Beh, il 90% dei blocchi processati sulla rete di Bitcoin dovranno aver segnalato il proprio supporto per poter procedere; l’ultimo tentativo di voto non è andato a buon fine come si può vedere nell’immagine qui in basso, ci si riproverà l’11 agosto.

Se anche allora non ci dovesse essere un accordo superiore o pari al 90%, il progetto tornerà ad essere discusso per cambiamenti o miglioramenti. 

In ogni caso, vista la struttura del network di Bitcoin, non deve stupire che i tempi degli aggiornamenti o le loro modalità siano un po’ più lunghi e complessi, non essendoci un “capo” o un consiglio di amministrazione a decidere cosa fare e quando farlo.

Tutti i suoi progressi derivano da un consenso generale non scontato, reale, e quindi vanno accolti come meritano, ovvero come un grande successo di Bitcoin.

Mirko Catapanohttps://www.cryptoquotidiano.it
Laureato in Economia con lode, inizia a lavorare nel settore tecnologico nel 2010 co-fondando Spot IT, un'azienda di IT trading di cui è ancora socio. Consulente per aziende, start up e liberi professionisti. Imprenditore appassionato di blockchain e criptovalute, fonda CryptoQuotidiano nel 2020.

Condividi l'articolo

Post recenti

Google search engine

Categorie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Commenti recenti