I 10 migliori exchange per criptovalute secondo Forbes

-

Tutti sembrano essere interessati alla criptovalute in questo momento, però pochi sono realmente informati su quali siano i principali exchange dove poter acquistare ad esempio Bitcoin, Ethereum o Cardano.

Cos’è un exchange di criptovalute?

In sostanza un exchange funziona come una normale piattaforma di scambio per qualsiasi altro bene, come le azioni. A differenza delle borse tradizionali che hanno specifici orari di negoziazione, gli exchange di criptovalute sono attivi 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, praticamente sempre.

Accedere ad un exchange crypto può essere semplice o ancora un po’ complesso, in base a quanta confidenza l’utente abbia con internet, app e smartphone:

  • Occorre registrarsi alla piattaforma di scambio selezionata e verificare il proprio conto; ogni piattaforma prevede verifiche distinte in base ai propri standard di sicurezza e di privacy.
  • Fatto questo, per poter acquistare le criptovalute desiderate, bisogna prima effettuare un deposito tramite i metodi di pagamento disponibili (quasi sempre bonifico bancario e carta di credito sono due opzioni presenti).
  • Una volta che le somme trasferite siano visibili sull’account creato presso l’exchange, si potrà procedere all’acquisto utilizzando la piattaforma di trading messa a disposizione.

Chi c’è sul podio dei migliori exchange crypto?

Secondo Forbes Advisor, al momento i migliori exchange di criptovalute sarebbero Binance U.S. e Coinbase. Prendiamo la lista stilata dalla famosa rivista americana di economia come spunto di riflessione anche per gli utenti europei che decidono di avvicinarsi al mondo crypto.

Con un punteggio di 4,9 su 5, in cima alla classifica troviamo Binance U.S., che consiste in un ramo di Binance concentrato soltanto sugli utenti statunitensi. I punti forti evidenziati sono inevitabilmente le basse commissioni imposte ai traders e la vastissima offerta di criptovalute tra cui scegliere.

Binance è sicuramente l’exchange più utilizzato al mondo, continua mese dopo mese ad aggiungere maggiori servizi al proprio menu, e cura anche l’aspetto educativo e didattico tramite la Binance Academy.

Al secondo posto, come anticipato, troviamo Coinbase, con un punteggio di 4,5 su 5. I suoi punti di forza? Alto livello di sicurezza e di affidabilità ed interfaccia d’acquisto super intuitiva e quindi accessibile per tutti gli utenti principianti. Purtroppo questi lati positivi sono mal bilanciati da commissioni per le transazioni piuttosto elevate; è possibile ottenerne di migliori, ma soltanto passando dalla versione Base dell’exchange alla sua versione Pro.

Sul gradino più basso del podio dei migliori exchange di criptovalute troviamo Kraken, uno dei più “antichi” exchange crypto, fondato nel lontano 2011, che offre una vasta varietà di criptovalute con commissioni molto competitive, ed una piattaforma di trading piuttosto ben strutturata, attraente anche per utenti più avanzati. Potrebbero, viceversa, non risultare l’exchange più semplice da utilizzare per un utente alle prime armi.

Da Forbes Advisor

Chi completa la lista?

Fuori dal podio la lista dei migliori exchange di criptovalute stilata da Forbes Advisor continua in questo modo:

  • Crypto.com, 4,7;
  • Gemini, 4,5;
  • Gate.io, 4,5;
  • Kucoin, 4,1;
  • Bitstamp, 3,4;
  • Bittrex, 3,4;
  • Bitflyer, 3,3.

Come si scelgono i migliori exchange di criptovalute?

Così come sottolineato dagli analisti di Forbes, anche secondo noi i seguenti aspetti sono imprescindibili quando si vuole identificare l’exchange su cui operare ed investire:

Livello di sicurezza: nel corso dei ultimi 10 anni molti exchange sono stati vittima di attacchi hacker, anche Binance, attualmente considerato il Re degli exchange crypto; ciò per dire che il livello di rischio resta ancora piuttosto elevato, quindi è buona prassi quella di utilizzare 2 o più exchange in modo da suddividere il tasso di rischio tra più piattaforme, e soprattutto trasferire le criptovalute acquistate dall’exchange ad un wallet fisico offline.

Liquidità e menù di crypto disponibili: a tutti gli utenti crypto piace poter scegliere di investire in qualche buon progetto che si trovi fuori dalla lista dei Top100, magari sperando di aver individuato una gemma nascosta pronta a fare il grande salto, per questo motivo l’exchange prescelto deve offrire una vasta gamma di crypto, ed anche avere una buona liquidità garantita da elevati volumi di trading.

Commissioni sulle transazioni: alcuni exchange impongono dei costi di transazioni più elevati di altri, ma non senza una ragione; infatti questi exchange offrono una piattaforma più intuitiva e facile da approcciare da parte di utenti alle prime esperienze con il trading, quindi forse è preferibile pagare qualcosa in più all’inizio, ma avere meno rischi di incappare in stupidi errori che potrebbero portare alla perdita dei propri fondi.

Il miglior consiglio mai ricevuto

Il momento migliore per iniziare ad investire parte dei propri risparmi in criptovalute è quando si ha una buona conoscenza teorica delle basi della tecnologia blockchain, della storia di Bitcoin e della piuttosto rapida evoluzione e diffusione di centinaia di progetti crypto.

E’ fondamentale essere ampiamente informati per poter navigare le acque piuttosto movimentate dell’oceano crypto, e non lasciarsi prendere dall’emotività al momento di acquistare o di vendere.

Avvertenza

Ricordiamo a tutti i nostri lettori l’importanza fondamentale di condurre personalmente approfondite ricerche riguardo ai progetti in cui si vogliono investire i propri risparmi, e sottolineiamo che lo scopo di questo articolo vuole essere soltanto quello di diffondere maggiore conoscenza sull’intero ecosistema crypto, e non di offrire consigli di investimento.

Mirko Catapanohttps://www.cryptoquotidiano.it
Laureato in Economia con lode, inizia a lavorare nel settore tecnologico nel 2010 co-fondando Spot IT, un'azienda di IT trading di cui è ancora socio. Consulente per aziende, start up e liberi professionisti. Imprenditore appassionato di blockchain e criptovalute, fonda CryptoQuotidiano nel 2020.

Condividi l'articolo

Post recenti

Google search engine

Categorie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Commenti recenti